Centro scientifico della Città della Scienza di Napoli

DETTAGLI
Categoria – Competizioni
Main Contract – Fondazione IDIS
Attività – Progettazione
Location – Napoli, Italia
Anno – 2014
Status – Progetto
Importo lavori – € 8.000.000,00

La città di Napoli ha promosso un’iniziativa per la promozione e la divulgazione della scienza attraverso una struttura polifunzionale chiamata “Città della Scienza”.

Il complesso, situato nella zona di Bagnoli, può considerarsi il primo museo scientifico interattivo italiano. Concepito come luogo per l’interattività e la sperimentazione diretta dei fenomeni naturali e delle tecnologie, la Città della Scienza è costituita da un incubatore di imprese, un centro dedicato alla formazione e un Science Centre. Quest’ultimo, in seguito ad un incendio avvenuto nel 2013, sarà ricostruito entro il 2020, attraverso un progetto avveniristico che prevede la realizzazione di 10.000 mq tra exhibit interattivi, mostre e laboratori scientifici.

Rogedil, società partner di REACT, ha proposto un progetto strutturale per il nuovo Science Centre attraverso l’utilizzo del BIM.

Concentrandosi in particolare sul rapporto tra progetto architettonico ed elementi strutturali, la modellazione delle strutture, realizzata interamente in BIM, ha tenuto conto sia della funzione statica che della funzione formale. La struttura è stata così impostata in modo da individuare due differenti ordini di elementi: un ordine gigante, composto da 10 grandi piloni reticolari posti a 50 m l’uno dall’altro, per sorregge la copertura in acciaio a piastra reticolare, e un ordine secondario che, riallacciandosi al passo dei pilastri della struttura demolita dopo l’incendio, scandisce lo spazio interno sia orizzontalmente che verticalmente, delimitando i differenti ambienti interni ed i vari livelli. Tra i piloni è stata prevista inoltre una passerella pedonale realizzata con strutture reticolari, che garantisce un irrigidimento e una diminuzione degli spostamenti in testa.