Sistema aviorifornimento Decimomannu

DETTAGLI
Categoria – Infrastrutture - aeroporti
Main Contract – Aeronautica Militare - Comando logistico servizio infrastrutture
Attività – BIM Management, Progettazione
Location – Decimomannu, Italia
Anno – 2017
Status – In realizzazione
Importo lavori – € 6.630.000,00

Progettazione integrata in BIM per la riqualificazione e il risanamento del reparto Fuel Farm di uno degli aeroporti militari più attivi in Europa, il “G. Farina” di Decimomannu.

L’aeroporto militare “G. Farina” di Decimomannu è situato a 25 km dalla città di Cagliari in direzione nord-ovest. Occupa un’area di circa 6 kmq di demanio, oltre ai 12 kmq di servitù, impegnando un territorio che comprende i comuni di Decimomannu, Decimoputzu, San Sperate e Villasor. Con un ingente numero di movimenti annui, circa 60.000, la base militare è divenuta un riferimento importante per i cieli di tutta Europa, configurandosi come aeroporto con maggior numero di decolli e atterraggi in ambito nazionale ed europeo. Dotato di due radar, svolge due funzioni fondamentali: struttura strategica per la difesa aerea nazionale e supporto per Il coordinamento del traffico aereo del vicino Aeroporto di Cagliari – Elmas. Le sue attività sono per di più connesse al Poligono di tiro di Capo Frasca, destinato in modo specifico al bombardamento aereo.

Grazie all’attività di supporto alla progettazione, REACT ha affiancato la società di ingegneria AICOM, per la riqualificazione e il risanamento dell’attuale Fuel Farm dell’aeroporto militare.

Il primo passo ha riguardato il rilievo laser scan 3D dello stato di fatto e degli impianti esistenti, grazie alla collaborazione con la società GRS. Qui, sulla base della nuvola di punti generata dallo scanner, abbiamo realizzato il modello BIM dell’intero complesso militare, associando automaticamente gli oggetti del modello alle informazioni provenienti dal rilievo. Abbiamo utilizzato il modello BIM per supportare la progettazione degli impianti e delle strutture, con particolare attenzione ai dettagli costruttivi e alle fasi di realizzazione dell’opera. Siamo poi scesi nel dettaglio, affiancando i progettisti nell’attività di ampliamento della stazione di pompaggio, nella progettazione dei serbatoi di rifornimento e nella sostituzione delle vasche antincendio. Il modello BIM è stato utile, infine, per l’estrapolazione delle quantità necessarie alla redazione dei computi metrici estimativi indispensabili per l’opera.

Nuvola di punti del rack di manovra
Nuvola di punti del rack di manovra
Fotorestituzione da laser scan della stazione di pompaggio
Fotorestituzione da laser scan della stazione di pompaggio
Stazione di pompaggio
Modello BIM della stazione di pompaggio
Rack di manovra
Modello BIM del rack di manovra
Demolizioni e ricostruzioni
Rappresentazione delle demolizioni e ricostruzioni
Serbatoio di rifornimento
Modello BIM del serbatoio di rifornimento
Dettaglio del serbatoio
Dettaglio del serbatoio
Spaccato assonometrico
Spaccato assonometrico del serbatoio
Fasi di realizzazione
Rappresentazione delle fasi di realizzazione del serbatoio
Copertura in cemento armato
Copertura in cemento armato
Vista del serbatoio esistente
Vista del serbatoio esistente
Vista dello stato di fatto
Vista dello stato di fatto